L’aggiornamento di Google vuole rendere la navigazione sul web molto più privata

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze
  • Le migliori VPN di streaming disponibili ora
  • Google rivela un importante cambiamento di privacy
  • Come scegliere la migliore VPN Mac

Condividere è premuroso

Tra le nuove funzionalità in fase di test ci sono Trust Tokens, che aiuteranno a distinguere tra utenti genuini e bot per sostenere la battaglia contro le frodi online. Un’altra è l’API di misurazione della conversione degli eventi, che consente agli esperti di esperti di marketer di vedere quando i clic degli annunci portano a un’opportunità di generazione di entrate, senza rivelare l’identità dell’utente.

“A gennaio abbiamo condiviso il nostro intento di sviluppare standard aperti che conferisreneranno la privacy che renderanno obsoleti i cookie di terze parti”, ha dichiarato Justin Schuh, direttore di Chrome Engineering, in un post sul blog. “Da allora, Google e altri hanno proposto diverse nuove API per affrontare i casi d’uso come la protezione dalle frodi, la selezione degli annunci e la misurazione della conversione senza consentire il monitoraggio delle attività degli utenti tra i siti web”.

Google è ben consapevole del fatto che le nuove iniziative non sono sempre ben accolte e la privacy online richiede un difficile equilibrio da colpire – uno che protegge i singoli utenti web, ma che salvaguarda anche le entrate pubblicitarie su cui si basa gran parte di Internet. Di conseguenza, l’azienda continua a chiedere feedback per quanto riguarda le sue proposte sulla privacy, che possono essere condivise tramite GitHub o inviando un’e-mail al gruppo W3C.

  • Ecco le migliori app per la privacy per Android