Perché il back-end, non davanti alla casa, è importante nel commercio al dettaglio

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Il modo in cui la rete è configurata è fondamentale per sbloccare questo livello di funzionalità. Il provider di servizi di rete deve progettare un’esperienza a livello di client. Essenzialmente, devono conoscere le funzioni di rete e il livello di servizio di cui un negozio deve svolgere un compito specifico. Possono quindi costruire una persona di rete basata su queste informazioni e monitorare quella persona in modo intelligente. Quando la rete rileva un’anomalia che ha visto prima, è quando può usare l’IA per risolvere se stessa.

In altri casi di problemi di rete, il provider può risolvere il problema centralmente tramite servizi cloud prima che l’archivio stesso si accorga che si è verificato un problema. Ciò significa meno chiamate alla sede centrale, meno biglietti di supporto e un costo di operazioni inferiore (per non parlare dei clienti più soddisfatti).

Analogamente, gli aggiornamenti possono essere eseguiti centralmente tramite il cloud perché c’è molto meno affidamento sul controllo locale. Gli amministratori non devono più accedere a ogni singolo archivio per fornire aggiornamenti o gestione delle patch, in quanto possono essere eseguite una volta per tutti gli archivi contemporaneamente. Vantaggi simili possono essere concessi per i negozi online.

Storicamente, i negozi avrebbero dovuto effettuare aggiornamenti di rete durante la notte perché richiederebbe tempi di inattività per eseguire l’aggiornamento. Con l’accesso 24/7 necessario per i siti di shopping globale, non esiste più una cosa come i periodi di quiete durante la notte. I microservizi mettono tutti i servizi di rete nel cloud e li segmenta. Ogni componente può quindi essere aggiornato in tempo reale senza influire sull’utente. Ciò significa che le aziende possono scalare e adattarsi in base alle esigenze senza portare la loro attività a un punto morto.

Migliorare le catene di approvvigionamento

Non sono solo i negozi stessi che possono essere migliorati con una migliore tecnologia. La catena di approvvigionamento è una parte vitale per ottenere merci ai clienti, sia che acquistino online o in negozi fisici. In alcuni casi, il percorso di shopping è un amalgama dei due, quindi è ancora più importante che la catena di approvvigionamento corsi in modo affidabile come dovrebbe.

L’automazione sta apportando miglioramenti anche a ERP. L’aumento dell’uso delle API aperte contribuisce a creare sistemi uniti con visibilità end-to-end. Gli ingressi manuali, che sono soggetti a errori umani, vengono ora ridotti al minimo.

Una persona non deve premere un pulsante per dire che ha finito una fase del viaggio, viene monitorata e segnalata automaticamente a tutte le altre parti interessate della catena. Questo aiuta i clienti a vedere dove si trova il loro ordine, e aiuta anche le aziende a monitorare l’efficienza della loro catena di fornitura e cercare modi per renderlo ancora più efficiente. E poiché si tratta di un processo virtuale, tutte le parti della supply chain non hanno bisogno di sedersi nello stesso data center, è tutto guidato attraverso il cloud.

L’esperienza è tutto

Un ritorno alla strada principale non può essere un ritorno ai vecchi tempi della vendita al dettaglio. Abbiamo più strumenti che mai a nostra disposizione per rendere l’esperienza di shopping più slicker e più piacevole. Con reti solide che alimentano nuove innovazioni in-store, i negozi possono avere la certezza che probabilmente continuerà a funzionare, indipendentemente da quali ostacoli vengono lanciati contro di loro.

  • Jamie Pitchforth, Senior Business Development Leader, Mercati Europei, Reti Juniper.
  • Abbiamo presentato il miglior cloud storage.