Stati Uniti, ospedali del Regno Unito trascinati offline da sospetto attacco ransomware

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

“A tutti è stato detto di spegnere tutti i computer e di non riaccelili. Ci è stato detto che ci saranno giorni prima che i computer si alseranno di nuovo”, hanno detto.

Nonostante le interruzioni e il passaggio temporaneo ai “metodi di documentazione offline”, UHS insiste sul fatto che “la cura del paziente continua a essere consegnata in modo efficace”.

Attacco ransomware UHS

Il ransomware si dice di aver preso piede durante il fine settimana, potenzialmente dopo un lungo periodo di posa dormiente nei sistemi UHS, ma l’organizzazione sostiene di avere una maniglia sulla situazione.

“La rete IT tra le strutture di Universal Health Services (UHS) è attualmente offline, a causa di un problema di sicurezza IT”, ha spiegato l’azienda in un comunicato.

“Implementiamo protocolli di sicurezza IT estesi e stiamo lavorando diligentemente con i nostri partner di sicurezza IT per ripristinare le operazioni IT il più rapidamente possibile. Nel frattempo, le nostre strutture stanno utilizzando i loro processi di backup stabiliti.”

L’azienda afferma anche che nessun paziente o dipendente dati è stato acc lorouto, copiato o abusato, che è sorprendente data la propensione degli operatori ransomware per esfiltrare i dati prima di crittografare i sistemi IT, da utilizzare come leva.

Gli ospedali sono diventati un bersaglio sempre più popolare per i criminali informatici, a causa dell’elevato volume di informazioni personali (PII) in magazzino, così come la natura ad alta posta in gioco del settore.

Per esempio, gli hacker hanno recentemente lanciato un attacco ransomware su un ospedale tedesco, che ha portato alla morte di una donna che ha dovuto essere reindirizzato in una struttura separata 20 miglia di distanza. L’incidente viene trattato come un omicidio.

Un altro ospedale della Repubblica Ceca è stato costretto a sospendere le operazioni e spostare i pazienti in una struttura alternativa dopo un attacco.

Alcuni operatori ransomware si sono impegnati a non indirizzare le strutture sanitarie al culmine della pandemia, durante il quale gli ospedali sono stati sopraffatti da un afflusso di pazienti. Altri attori maligni, tra cui Ryuk, non hanno offerto tali promesse.

Aggiorneremo questo articolo man mano che emergono nuove informazioni.

  • Ecco la nostra lista della migliore protezione ransomware in questo momento

Tramite TechCrunch