Motorola Razr 2020 data di uscita, prezzo, specifiche e caratteristiche

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Il Razr 2020 funziona molto come il suo predecessore – una conchiglia pieghevole che è circa le dimensioni di uno smartphone tipico quando spiegato, e occupa circa la metà di tale impronta quando piegato chiuso. Questo gli permette di tirare fuori alcuni trucchi pulito che gli smartphone tipici non possono, ma soprattutto, il vantaggio del Razr sta nella sua tascabilità, che si inserisce in spazi più piccoli rispetto al telefono medio alto e stretto.

Il Razr condivide questo vantaggio con il Samsung Galaxy – Flip, anche se quest’ultimo può essere aperto a qualsiasi angolo tra chiuso e piatto. I carichi di molla del telefono di Motorola per essere completamente aperti e non possono davvero riposare tra spiegato e piegato.

Questo è intenzionale: il Flip ha un piccolo schermo esterno da 1,1 pollici per le funzionalità di base, ma il display QuickView da 2,7 pollici più grande del Razr 2020 consente agli utenti di comporre messaggi di testo e utilizzare le app anche quando il telefono è chiuso.

Questa è una filosofia di design ereditata dal Razr 2019; i cambiamenti fisici al modello di quest’anno sono per lo più estetici.

(Immagine di credito: Motorola)

Più evidente, il grasso ‘chin’ è stato rasato fino a una forma a goccia, affosando fino alla fine. Con il Razr 2020 pieghevole a filo, il telefono sembra più elegante rispetto al suo predecessore.

Con meno area del mento, il sensore di impronte digitali è stato spostato sul retro del telefono. I pulsanti del volume rimangono sul lato destro del telefono, ma il pulsante di blocco / alimentazione è stato spostato sul lato sinistro, per rendere più facile distinguere tra di loro.

E mentre il telefono potrebbe non sembrare molto diverso, c’è stato un sacco di ridisposizione sotto il cofano per fare spazio per una batteria di maggiore capacità e le quattro antenne 5G – ma il nuovo Razr è più leggero rispetto al suo predecessore, scendendo da 205g a 193g.

Come accennato in precedenza, il display principale POLED da 6,2 pollici non è cambiato rispetto all’originale Razr 2019. Questo è circa fino a quando un tipico smartphone, ma finisce per essere più stretto, con una risoluzione HD Plus (2142 x 876) che è leggermente meno nitida rispetto al Full HD di altri telefoni, tra cui il Samsung Galaxy – Flip (2636 x 1080).

Il display QuickView da 2,7 pollici (risoluzione 800 x 600) è altrettanto invariato rispetto al suo predecessore ed eredita alcuni dei vantaggi che Android 10 ha portato al Razr 2019 – tra cui sms completi della tastiera e funzionalità limitate dell’app. Questi vengono nativi sul Razr 2020.

C’è un po ‘più di funzionalità per QuickView del nuovo telefono, per lo più legato alla fotocamera – come rispecchiare l’anteprima della foto dello schermo principale, o mostrare un volto cartone animato per i bambini a concentrarsi su mentre li fotografano.

Immagine 1 di 9

(Immagine di credito: Motorola) Immagine 2 di 9

(Immagine di credito: Motorola) Immagine 3 di 9

(Immagine di credito: Motorola) Immagine 4 di 9

(Immagine di credito: Motorola) Immagine 5 di 9

(Immagine di credito: Motorola) Immagine 6 di 9

(Immagine di credito: Motorola) Immagine 7 di 9

(Immagine di credito: Motorola) Immagine 8 di 9

(Immagine di credito: Motorola) Immagine 9 di 9

(Immagine di credito: Motorola)

Telecamere Motorola Razr 2020

  • Telecamere anteriori e posteriori aggiornate rispetto al suo predecessore
  • Telecamera esterna: 48MP
  • Fotocamera interna: 20MP

Il Motorola Razr 2020 ha aggiornato entrambe le due telecamere del suo predecessore (una sul retro e una all’interno sopra lo schermo principale).

La fotocamera principale sul retro del telefono è uno sparatutto 48MP (su dal 16MP posteriore sul Razr 2019) con OIS.

Grazie al formato pieghevole a conchiglia, questo può essere utilizzato per scattare selfie quando il telefono è chiuso: lo schermo QuickView mostra un’anteprima dello scatto con un pulsante di scatto tappable, anche se entrambi i pulsanti del volume possono essere premuti.

La fotocamera interna, situata sopra il display principale, è stata migliorata da 5MP a 20MP. Anche se non lo userete troppo data la possibilità di scattare selfie con la fotocamera principale, la fotocamera interna è utile per chattare la voce.

(Immagine di credito: Motorola)

Motorola Razr 2020 prestazioni e batteria

  • Nuovo chipset 5G, più RAM e più spazio di archiviazione rispetto al predecessore
  • Snapdragon 765G, 8 GB di RAM, 256 GB di spazio di archiviazione
  • Batteria più grande a 2.800mAh

Le specifiche del Motorola Razr 2020 sono notevolmente migliorate rispetto al suo predecessore. Mentre il 6GB di RAM nel Razr 2019 è stato aggiornato a 8GB nel nuovo telefono, è lo spazio di archiviazione – ampliato da 128GB a 256GB – che risolve la più grande carenza nella prima versione del telefono.

Snapdragon 765G del Razr 2020 è praticamente identico al chipset Snapdragon 765 del Razr 2019, con un’eccezione fondamentale: supporta il 5G. La maggior parte dei modelli del nuovo Razr funzionerà con reti 5G sub-6 solo, anche se una versione per i clienti Verizon funzionerà con le sue frequenze sub-6 e mmWave.

Il nuovo Razr 5G racchiude una batteria da 2.800 mAh, rispetto a una batteria da 2.510 mAh nel suo predecessore che si spera si tradurrà in più ore prima della ricarica.

Siamo riusciti a ottenere intorno a un giorno di utilizzo con il Razr 2019, ma dipendeva da quanto abbiamo capovolto il telefono aperto per utilizzare lo schermo interno. Motorola sostiene che i proprietari originali Razr utilizzato il display esterno QuickView per le attività banali (invece di capovolgere aprire il telefono) spesso abbastanza che ha esteso la durata della batteria.

E ‘difficile dire quanto più durata della batteria che dà il Razr 2020, soprattutto se i proprietari di telefoni finiscono per scaricare un sacco di dati su 5G. Cosa potrebbe aiutare con la durata della batteria? Utilizzando invece il piccolo schermo anteriore, che Motorola sostiene la durata prolungata della batteria nel Razr originale.

La funzionalità QuickView aggiuntiva abilitata da Android 10 (che viene fornito nel Razr per impostazione predefinita) significa che gli utenti possono eseguire attività più semplici senza la necessità di capovolgere aperto per accedere al display interno. Rispondere ai testi con una tastiera completa, accedere a una manciata di app in un cassetto delle scorciatoie ed effettuare chiamate è tutto abbastanza facile sullo schermo più piccolo.

E il Razr viene fornito con la solita sovrapposizione di Motorola e le impostazioni personalizzate – tra cui Moto Actions, i gesti preferiti dai fan che aprono rapidamente alcune funzioni come il doppio taglio per accendere / spegnere la torcia e torcere il telefono per aprire l’applicazione fotocamera. Quest’ultimo è stato particolarmente utile con l’originale Razr 2019 per scattare rapidamente un selfie.

  • Continuate a fare il limite della tecnologia con la newsletter TechRadar