Google Nest Mini vs Google Home Mini: cosa c’è di nuovo con l’ultimo smart speaker di Google?

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

(Immagine di credito: Google)

Google Nest Mini vs Google Home Mini: funzioni

Poiché sono entrambi alimentati da Google Assistant, troverai che Google Home Mini e Google Nest Mini condividono molte delle stesse funzionalità, consentendoti di controllare i tuoi dispositivi casa intelligenti a mani libere con la tua voce.

Le cose che Google Assistant può fare sono incredibilmente varie; il potente assistente vocale è in grado di qualsiasi cosa, dalla risposta alle vostre domande di conoscenza generale, al controllo delle vostre e-mail e appuntamenti.

Sta diventando sempre più intelligente, usando l’intelligenza artificiale per imparare e adattarsi, maturando e diventando sempre più utile ogni giorno che passa

Ad esempio, entrambi gli altoparlanti possono effettuare chiamate gratuitamente negli Stati Uniti, una funzione che è stata recentemente lanciata nel Regno Unito, così come la musica in streaming attraverso un assortimento di applicazioni musicali come Pandora, Spotify, YouTube Music, iHeartRadio e altro ancora. Il nuovo Nest Mini è stato aggiornato per supportare Bluetooth 5, che offre una connessione stabile durante la riproduzione di musica in modalità wireless dal dispositivo.

Grazie a Google Assistant, Home Mini e Nest Mini possono anche inviare richieste per estrarre un video di YouTube alla tua TV abilitata per Chromecast e controllare i dispositivi Internet of Things (IoT) come luci intelligenti, telecamere di sicurezza intelligenti e altro ancora.

Una nuova funzionalità in arrivo su Google Nest Mini (e su tutti gli altri altoparlanti e display intelligenti Nest) è la possibilità di utilizzarla come citofono; questo ti permette di parlare con chiunque nella tua casa utilizzando il telefono o un altro altoparlante Nest.

(Immagine di credito: Google)

Google Nest Mini vs Google Home Mini: suono

La fedeltà audio non è mai stato il punto di forza di Google Home Mini, ma come compagno di scrivania, l’audio funziona bene. Il suo driver 40mm non ti soffia esattamente via con bassi potenti e il suono a 360 gradi che Google ha promesso nel 2017, ma questo altoparlante mini può diventare abbastanza forte.

Google dice che il più recente Nest Mini ha il doppio della potenza dei bassi dell’originale Home Mini, con “un suono più ricco e più naturale che consente di ascoltare più dettagli ed è autentico per l’intento dell’artista”.

Questo basso potenziato è reso possibile da un driver personalizzato 40mm che è stato progettato per portare quelle frequenze di basso in prima linea del soundstage, mentre il software di sintonizzazione proprietario della società aiuta a “perfezionare il suono”.

Abbiamo scoperto che la qualità audio offerta dal Google Nest Mini era abbastanza nella media; ha una buona chiarezza nella fascia media che è perfetto per la riproduzione del discorso (ottimo per i podcast), ma non è molto musicale, soprattutto nelle gamme alte o basse. Sarà assolutamente sorprendere da quanto forte si può ottenere, ma gli acuti faticosi e bassi anemici non fanno per la migliore esperienza quando si ascoltano le tue canzoni preferite.

Hai bisogno di un suono più grande? Entrambi gli altoparlanti possono essere raggruppati con altri altoparlanti Google Home o Nest per riempire l’intera casa di musica. Novità di Google Nest Mini è la possibilità di abbinare due altoparlanti per un vero suono stereo, portandolo in linea con il terzo grado Amazon Echo Dot.

(Immagine di credito: Google)

Google Nest Mini vs Google Home Mini: da asporto

Anche se riesci ancora a trovare Google Home Mini, ti consigliamo di scegliere google Nest Mini più recente.

I sottili cambiamenti di design, come la capacità di montare a parete e l’uso di materiali eco-compatibili sono un passo nella giusta direzione, mentre la tecnologia a ultrasuoni rende il Nest Mini più intelligente del suo predecessore.

La possibilità di collegare il telefono tramite Bluetooth è un’altra caratteristica utile, e ci piace il fatto che è possibile accoppiare due per creare un sistema audio stereo – e sono così a buon mercato, che questo davvero non rompere la banca.

La qualità audio non è ancora la migliore sul mercato, ma c’è un leggero miglioramento rispetto all’originale Google Home Mini.  Il Nest Mini non vincerà mai premi per la sua fedeltà audio, ma come compagno di scrivania per l’ascolto informale, è un’ottima scelta.

  • Assistente Google: come far funzionare il tuo altoparlante Google per te