Più di un terzo delle aziende ha subito un attacco informatico di videoconferenza

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Gli attacchi informatici che prendono di mira i lavoratori remoti sono aumentati anche durante la pandemia con phishing, DDoS e attacchi di videoconferenza essendo le tattiche più comuni distribuite dai criminali informatici.

Acronis Cyber Protect 15

Per aiutare le organizzazioni a proteggersi meglio da queste crescenti minacce per la loro forza lavoro remota, Acronis ha lanciato Acronis Cyber Protect 15. L’ultima versione dell’azienda della sua soluzione B2B integra strumenti di backup, disaster recover, anti-malware di nuova generazione, cybersecurity e di gestione degli endpoint in un’unica soluzione.

Utilizzando Acronis Cyber Protect 15, le organizzazioni possono proteggersi dalle moderne minacce informatiche, pur sopportando di poter recuperare i propri dati e sistemi nel più breve tempo possibile. La soluzione include anche la protezione dalle videoconferenze per impedire lo sfruttamento di app come lo zoom, Webex e Microsoft Teams.

Fondatore e CEO di Acronis, Serguei “SB” Beloussov ha fornito ulteriori informazioni sulle capacità di Acronis Cyber Protect 15 in un comunicato stampa, dicendo:

“Le tradizionali soluzioni antivirus e di backup autonome non sono in grado di proteggersi dalle sofisticate minacce informatiche moderne in un ambiente in continua evoluzione. L’automazione e la gestione semplificata di Acronis Cyber Protect 15 significa che qualsiasi azienda può ridurre i rischi, evitare tempi di inattività e aumentare la produttività del proprio team IT.”

  • Abbiamo anche evidenziato il miglior software di videoconferenza